FiscoNorme e Tributi

L’incentivo: 600.000€ per la digitalizzazione

CONDIVIDI SU:

Parte oggi il programma di finanziamento alle pmi della Camera di commercio. Ma il plafond è sufficiente? Su 43.000 aziende ne verranno sostenute massimo 240.

BOLZANO. Fino al 15 luglio tutte le micro, piccole e medie imprese iscritte alla Camera di commercio possono da oggi (10 aprile) avvalersi di un finanziamento per spese di “formazione, consulenza e investimenti nel settore della digitalizzazione”. Sono infatti stati messi in budget 600.000€, che copriranno la metà di una singola voce di spesa, importo minimo 5.000 e massimo 10.000€, sotto forma di contributo de minimis.

Facendo due conti, si calcola che i soldi messi a disposizione dalla Camera di commercio basteranno per massimo 240 aziende. Un numero che, a colpo d’occhio, si presenta piuttosto striminzito: nel 2014 le pmi presenti in Alto Adige erano 43.546 (dato Astat) su un totale di 58.041 aziende registrate (dato Ire).

C’è da dire però che, confrontando l’importo di quest’anno rispetto ai contributi dell’anno scorso (due tranche da 250+150 mila euro), il budget è aumentato. Causa di ciò è sicuramente l’aumento delle esigenze che ruotano attorno al digitale, come la fatturazione elettronica e la gestione di dati. Sapendo poi che la Camera di commercio ha stanziato 6 milioni sotto la voce “Interventi economici” per tutto il 2019, questo contributo ne costituisce circa un decimo. Di per sé, comunque una cifra di tutto rispetto. Rimane da vedere quante domande verranno presentate per godere del voucher “digitale”.

Per richiedere il contributo, si può consultare questa pagina web, oppure contattare la Camera di commercio di Bolzano rivolgendosi a Karin Pichler, e-mail: karin.pichler@camcom.bz.it, tel. 0471 945 531.

CONDIVIDI SU:

About Author

Data miner, appassionato di giornalismo visivo. Laureato in Scienze della Comunicazione, scrivo di economia, innovazione, tech.

Comment here