Daily EconomySTFuturoInnovazione

Banda ultralarga: Fastweb parte da Bolzano

CONDIVIDI SU:

Presentato ieri il progetto pilota di Fastweb per ampliare la rete fissa con antenne 5G. Si parte a giugno con la stessa tecnologia di Los Angeles e Houston.

BOLZANO. Fastweb ha annunciato un nuovo progetto di espansione della sua rete internet in banda ultralarga. A giugno si partirà da Bolzano, per proseguire verso sud già a settembre e andare a tutto vapore nel 2020.  L’amministratore delegato dell’azienda Alberto Calcagno ha presentato ieri (2 maggio) il nuovo progetto “Fiber in the air”, con il quale verrà sfruttata la potenza del 5G per servire le utenze domestiche ancora non raggiunte dalla fibra.

La tecnologia 5G FWA

Il nuovo obiettivo di Fastweb è raddoppiare il numero di utenze entro il 2024. Per raggiungere quota 16 milioni ha deciso di adottare una nuova tecnologia ibrida – già sperimentata da Samsung in Germania, Francia e Turchia – che sfrutterà la potenza del 5G tramite una rete in “fixed wireless access” (FWA). Dalla dorsale in fibra verrà tirato un cavo che terminerà con un’antenna trasmittente, in grado di emettere un segnale con un raggio di 500 metri. Questo segnale verrà poi captato da un ricevitore che i clienti potranno collegare al proprio modem.

Fibra e 5G a confronto

Per installare le antenne necessarie sarà comunque necessario proseguire con il cablaggio della fibra ottica. E, su questo fronte, Fastweb è comunque a buon punto. Entro la fine del 2019 l’azienda punta a concludere il tiro dei cavi nelle 29 città del progetto “Flashfiber” in partnership con Telecom, oltre che ad affittare la fibra ottica esistente in oltre 80 città e nelle cosiddette “aree bianche”, ossia ancora sprovviste di reti in fibra ottica. Nelle diverse fasi di test (e raccogliendo l’esempio americano di Verizon che adotta già questa tecnologia a Los Angeles, Sacramento, Houston e Indianapolis) è stata osservata una velocità media tra gli 800 e i 1000 Mbps: prestazioni, quindi, del tutto analoghe a quelle della fibra fino a casa (FTTH).

I vantaggi

In termini pratici, l’adozione della tecnologia 5G in FWA per le connessioni domestiche permetterà di raggiungere quelle zone ancora non coperte dalla banda larga, con costi contenuti e in tempi brevi. “Inoltre – ha dichiarato Calcagno – installare delle antenne 5G diventerà sinergico per la copertura della connessione 5G mobile, che sarà realizzata nei prossimi mesi”. In Alto Adige la copertura fornita da Infranet e Brennercom è ad un ottimo punto: per questo ampliare le dorsali mediante le antenne in FWA per gli ultimi 500 metri potrebbe risolvere il problema dell’ultimo miglio.

CONDIVIDI SU:

About Author

Data miner, appassionato di giornalismo visivo. Laureato in Scienze della Comunicazione, scrivo di economia, innovazione, tech.

Comment here